Menu
Russia

Guida 4 giorni a San PietroBurgo

Perla di un paese dalla storia affascinante e travagliata, questa Guida di 4 giorni a San Pietroburgo, la città delle Notti Bianchi, dove la luce sembra eterna e il cielo si riflette sulle acque dei molti canali, sa entrare nel cuore di chi ne percorre le strade rendendosi indimenticabile.

San Pietroburgo e i suoi dintorni: musei, locali, palazzi storici in questa guida di 4 giorni potrebbe sembrare troppo poco per godersi tutto quello che è possibile ammirare, ma si può predisporre un itinerario essenziale per non perdersi il meglio.

Church of the Savior on Blood

PRIMO GIORNO | NEVSKIJ PROSPEKT E DINTORNI

La Nevsky Prospekt sta a San Pietroburgo come gli Champes Elysées stanno a Parigi. Si tratta della principale via dello shopping cittadino, e già solo per questo è un’esperienza fondamentale di viaggio. Più dello shopping, però, quel che lascia ammaliati è l’architettura dei palazzi ai lati di quest’arteria stradale lunga oltre 4 chilometri.

Il periodo migliore per ammirare l’Art Noveaux e Decò della Prospettiva Nevsky è durante le Notti Bianche di metà giugno. In questo periodo dell’anno, infatti, San Pietroburgo è presa d’assalto da turisti provenienti da ogni parte del mondo affascinati da un fenomeno sui generis: il sole scende verso l’orizzonte senza però tramontare del tutto.

SECONDO GIORNO | ERMITAGE & PALAZZO D’INVERNO

Il Palazzo d’Inverno e l’Ermitage sono il simbolo supremo della potenza dell’impero russo. Le sontuose sale contengono alcune delle più importanti opere d’arte del mondo, in parte raccolte dagli zar. Il palazzo, è l’epicentro di San Pietroburgo ed è obbligatoria la visita.

Hermitage, Saint Petersburg Russia

Le oltre 365 sale espositive di Palazzo d’Inverno e dell’attiguo Ermitage sono un vero labirinto di arte e architettura. Per visitare tutte le sale dovreste percorrere 11,2 km per dare anche solo un’occhiata a ciascuno degli oltre 3.100.000 oggetti esposti ci vorrebbero 9 anni.

Iniziamo la visita dalla “Grande Suite”. Si sale la scalinata principale nell’angolo nord-est del palazzo. Salendo i gradini in marmo bianco di Carrara, notate la statua di una donna, allegoria del Potere.
Al secondo piano, la Sala dei Feldmarescialli. L’austera decorazione bianca a tema militare è messa in risalto da una carrozza dorata dipinta che Pietro I acquistò a Parigi nel 1717 in occasione dell’incoronazione della moglie.

Si prosegue con la Piccola Sala del Trono, la Sala Araldica cinta da colonne corinzie dorate, dove è esposta l’argenteria europea, la Galleria del 1812 e finire con Grande Sala del Trono e Chiesa in stile baracco in cui lo zar Nicola II sposò la principessa Alice nel 1894.

Hermitage, Saint Petersburg Russia

Dopo la Chiesa continuate fino a una sequenza di sale (268-263) che ospitano la collezione di arte tedesca. Stanze (272-297) gli appartamenti di Caterina II e del figlio Paolo I si estendono sottofondo ad una collezione di arte francese.

Terzo piano, stanze (333-342) ospitano dipinti tedeschi e italiani. Negli appartamenti di Nicola I e Alessandro III è esposta l’arte orientale. Le sale del Medio Oriente e la sezione dell’Estremo Medio Oriente sale (351-366) vantano oggetti in argento bizantino e tappeti persiani.

Il Piccolo Ermitage è adiacente a Palazzo d’Inverno sul lato est. Fu Caterina II a volere l’edificio come scrigno per la sua enorme collezione d’arte e luogo intimo in cui ritirarsi. Ad attirare i visitatori è la Sala del Padiglione (sala 204) nell’ala nord a cui si arriva dal secondo piano del Palazzo d’Inverno.

Il Grande Ermitage è adiacente al Piccolo Ermitage, è composto da due edifici il Vecchio e il Nuovo Ermitage. Eretto per Caterina II questo complesso di appartamenti privati con l’aggiunta del Nuovo Ermitage sono il primo museo “pubblico” della Russia.

L'articolo ti sta piacendo? Metti seguici anche su Instagram dove condividiamo Tips & Curiosità di viaggio !!

TERZO GIORNO | CATTEDRALE DI SANT’ISACCO, CHIESA DEL SALVATORE SUL SANGUE VERSATO, CATTEDRALE DI SMOLNY

Entrando nella Cattedrale di Sant’Isacco (fermata metro: Nevskij Prospekt) potreste avere la sensazione di comprendere il motivo della Rivoluzione del 1917. La grandezza, l’ostentazione e lo sfarzo sono opposti alle condizioni di vita del popolo. Questo cattedrale è una delle meraviglie mondiali di architettura del XIX secolo.

La cupola dorata della Cattedrale di Sant’Isacco è uno dei simboli di San Pietroburgo. La cupola si innalza per 101,5 metri sulla città, ed è visibile da chilometri di distanza.

Cattedrale di Sant’Isacco , San Pietroburgo Russia

La luccicante e multicolore Chiesa della Resurrezione, nota come Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato (fermata metro: Nevskij Prospekt), fu costruita come memoriale per Alessandro II proprio nel punto in cui lo zar fu assassinato. Alta 81 metri, è il più importante esempio di arte del mosaico di tutta la Russia. Saranno i colorati mosaici, che coprono 6500 metri quadrati, ad attirare la tua l’attenzione.

Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato , San Pietroburgo Russia
Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato , San Pietroburgo Russia

A 10 minuti a piedi dalla chiesa del Salvatore, c’è una cattedrale che vale la pena di vedere e la cui visita è gratuita. Si tratta della Cattedrale di Kazan, sede del vescovo ortodosso di San Pietroburgo. È consacrata alla Madonna di Kazan, l’icona più venerata della Russia.

L’esterno della Cattedrale di Smolny (fermata metro: Chernyshevskaja), il capolavoro di Rastrelli a San Pietroburgo si trova sulla sponda della Neva di fronte alla congiunzione con il fiume Okhta, nel villaggio Smolnaya. Qui Pietro aveva un piccolo cottage che sarebbe diventato la residenza estiva della figlia Elisabetta.

Cattedrale di Smolny, San Pietroburgo

TRAVEL TIPS:IL TOUR DELLE CATTEDRALI
Il Cathedral Ring è il tour organizzato dal complesso museale che raccogliere quattro suggestivi edifici religiosi di San Pietroburgo, di Smolny e la Chiesa della Resurrezione o del Salvatore sul Sangue Versato. A piedi o su barca. Durata: 4 ore e mezza.

Terminata la visita alle cattedrali si opta per un giro serale in barca tra i canali di San Pietroburgo. Il giro in barca dura circa 1 ora e 15 minuti. Parte dal molo vicino al ponte di Lomonosov (via Fontanka) e al Museo Fabergè. Le barche vi porteranno alla scoperta della città da una prospettiva un po’ insolita. Il costo della crociera è di 770 rubli (circa € 10,50).

QUARTO GIORNO | RESIDENZA PETERHOF, LA SECONDA VERSAILLES e TSARSKOE SELO (PALAZZO DI CATERINA)

Peterhof, la “Seconda Versailles” è stata realizzata per Pietro il Grande che creò tre palazzi, un parco e un sistema di fontane a Peterhof, che divenne a più celebrata delle residenze imperiali, quella più amata dai suoi successori.

L’aspetto, la maestosità e le dimensioni dei giardini e della tenuta testimoniano che Peterhof è il risultato della vittoria della volontà umana sulla natura. La visita inizia dal Giardino superiore che porta al Gran Palazzo, il palazzo superiore originale della zarina Elisabetta.

Il Gran Palazzo si compone di appartamenti privati decorati in differenti gusti delle due imperatrici, Elisabetta amava il Baracco e Caterina preferiva le linee classiche. La prima stanza è la Sala Cesme, per succedersi la sala da ballo, la sala del trono e la sala dei dipinti.

Dalla terrazza del palazzo immergetevi nella vista sul Mar Baltico, contemplate l’uso della acqua nella Grande Cascata con le sue 75 fontane era il complesso più grand edel XVIII secolo.

Il Palazzo di Caterina si trova nella città di Pushkin (prima conosciuta come Tsarskoe Selo), a circa 25 chilometri a sudest di San Pietroburgo. Il nome significa “villaggio dello zar”, era l’interpretazione della figlia Elisabetta e Caterina dopo di lei.

Le sale sono tutte maestose, la più bella di tutte, però, è indubbiamente la Sala d’Ambra, più nota al grande pubblico come l’ottava “Meraviglia del Mondo”. Già solo il soprannome dà l’idea dell’importanza artistica di questa stanza di circa 50 metri quadri, interamente decorata con pannelli d’ambra e oro

Palazzo di Caterina

TRAVEL TIPS : Monspaisir, il parco divertimenti di Peterhof. Vi sono sei giardini a tema, un labirinto, una voliera e un’infinità di fontane. Nella parte alta si trova la Cascata del Drago e al livello del mare un palazzo a un piano. C’è anche una serra semicircolare che ospita il caffè del parco.

Prezzo dei biglietti: 700 rubli. Si consiglia di comprare i biglietti via internet. L’entrata ai giardini costa 150 rubli da fine aprile a fine ottobre, sebbene sia libero da novembre a marzo.

Per INFO su come richiedere il visto per la Russia e su tutto il necessario da sapere prima di un viaggio in Russia LEGGI QUI!
SE E’ PIACIUTA LA TRAVEL GUIDA 4 GIORNI A SAN PIETROBURGO,
SCRIVICI !!

1 Comment

  • Francesco
    Ottobre 3, 2019 at 11:29 am

    Molto bello e interessante questo post sull’itinerario in Russia. Grazie per questi spunti di viaggio !

    Reply

Leave a Reply